Piercing clitoride

Piercing clitoride: tutto quello che c’è da sapere

 

Negli ultimi tempi le donne che hanno scelto di fare questo tipo di piercing sono aumentate di molto, ma sono altrettante quelle che lo vorrebbero, ma hanno troppa paura di provare tanto dolore.

Contrariamente a quanto si può pensare in un primo momento, il piercing clitorideo non ha grandi contoindicazioni, ne provoca dolori insopportabili. Nonostante la delicatezza della zona infatti, pare proprio che il dolore intenso e le lunghe convalescenze non facciano parte del pacchetto.

Questo perché, esattamente, il piercing viene effettuato sul prepuzio del clitoride e non sul clitoride stesso.

 

Piercing-clitoride

Q-TIP TEST

Se si sta considerando l’idea di farsi un piercing clitorideo, potrebbe essere utile scoprire a priori se si è predisposte o meno a questo tipo di gioiello intimo.

Non tutte le donne infatti, sono anatomicamente adatte, a causa dell’unicità di ognuna anche in quella zona.

Il test consiste nel mettere la punta di un particolare tampone sotto il prepuzio clitorideo. Se la testa del tampone viene ricoperta più o meno interamente, si può considerare adatta la propria anatomia. Se invece la punta del tampone non dovesse essere ricoperta, è bene consultare il piercer per ulteriori consigli. In ogni caso il piercer effettuerà le dovute considerazioni prima di decidere sul da farsi.

 

PIERCING CLITORIDE E PIACERE SESSUALE

Non esistono studi scientifici riguardo al rapporto tra piercing al clitoride e piacere sessuale, fatto sta che, secondo l’esperienza di molte donne che lo hanno provato, questo tipo di piercing intensificherebbe le sensazioni, specialmente durante il sesso orale. Questo grazie alle sollecitazioni che si hanno durante l’atto orale.

Il piercing al cappuccio del clitoride, può aiutare anche ad amplificare le sensazioni durante la masturbazione.

Naturalmente l’intensità del piacere che il piercing può procurare, varia da donna a donna. Importante è cominciare a sperimentare a guarigione avvenuta.

Sfortunatamente, pare che a questo nuovo piacere ci si abitui in fretta. Una soluzione potrebbe essere quella di acquistare nuovi gioielli intimi, con diverse grandezze delle palline, e variarli il più possibile.

 

ORIZZONTALE O VERTICALE

Una volta fatto il grande passo della decisione, occorre fare un’altra scelta: quella del modo nel quale il piercing attraverserà il prepuzio.

logo-clitoPIERCING PREPUZIO CLITORIDE ORIZZONTALE

In questo caso viene solitamente usato un gioiello  a cerchio oppure a ferro di cavallo. Il piacere sessuale che deriva da un piercing al clitoride di tipo orizzontale, è però più limitate rispetto a quello che deriva da un piercing di tipo verticale. Il motivo sta nel fatto che il clitoride ha una limitata superficie di contatto con il clitoride. Scegliendo il giusto tipo di cerchio però, è possibile minimizzare questa possibilità e sfruttare appieno l’effetto “battente” del gioiello.

 

logo-clitoPIERCING PREPUZIO CLITORIDE VERTICALE

Il gioiello comunemente utilizzato per questo tipo di piercing, è una barra curva, più raramente un cerchio o un ferro di cavallo in quanto rischierebbero di incastrarsi con l’intimo. E’ la tipologia di piercing che assicura maggiori sollecitazioni al clitoride e dunque, maggior piacere sessuale.

 

TEMPI DI GUARIGIONE

I tempi di guarigione variano dalle 4 alle 6 settimane, in cui di solito viene consigliato di astenersi dall’avere rapporti sessuali, orali e masturbazione. Questo sia per evitare infezioni, sia per permettere alla ferita di rimarginarsi alla perfezione.